0
Il tuo Carrello

Soppressata stagionata sottovuoto

La Soppressata e i lucani.

La Soppressata stagionata è indiscutibilmente il salume più pregiato della tradizione lucana. La Soppressata era il salame delle grande occasioni, da consumare e assaporare con particolare gusto ed anche parsimonia. La Soppressata rappresenteva la massima espressione della norcineria lucana, il fior fiore di questa nostra cultura contadina, dal forte legame con il mondo agricolo, racchiuso in un unico salume, la Soppressata lucana.

Soppressata regina dei salumi

Il rispetto della sua storia e delle sue origini è il tratto saliente, è il primo ingrediente della Soppressata Cafra. Tutte le nostre carni sono 100% italiane. Valorizziamo i nostri salumi grazie a carni provenienti solo dai nostri allevamenti in Basilicata, da noi direttamente gestiti. La Filiera Controllata Cafra ci consente di selezionare carni a lenta maturazione, come tradizione impone, e solo da queste riservare i pregiati tagli che andranno a comporre l’impasto di questa vera specialità gastronomica. Solo i tagli più nobili, il cuore della coscia e del lombo saranno utilizzati. E’ qui che la Soppressata lucana esprime il suo massimo valore. Custodire tutto il sapore, tutto il valore ed il prestigio del Prosciutto in ogni sua singola fetta”. La Soppressata lucana Cafra non è Salsiccia, è la regina dei salumi tradizionali lucani. Questo suo piccolo segreto tecnologico la rende non confondibile con la Soppressata calabrese, la soppressata toscana o veneta.

Gli Ingredienti

La preparazione della Soppressata deriva solo dai tagli più magri e rinomati del suino. Le carni vengono selezionate rigorosamente a mano. La mondatura avviene tutta a punta di coltello. Un lavoro lungo, accurato, paziente, ricco di tante precisioni, affidato a mani sapienti e sopratutto femminili, come tradizione vuole. Da questa lavoro si ricavano carni morbide, denervate, pure, private di qualsiasi tessuto connettivo. Ne deriva una carne molto magra, dolce. Il tutto viene esaltato dalla giunta di cubetti di lardo dorsale, rigorosamente tagliati a mano. Solo il lardo dorsale può essere impiegato, nessun altro taglio grasso, e mai più basso di due dita, così come avviene per la preparazione del famoso Lardo di Colonnata. Le carni opportunatamente miscelate, vengono tritate a grana media ed insaporite con Pepe nero in grani e polvere di Peperoncino dolce di Senise IGP. Nessun conservante, di nessuna natura viene aggiunto all’impasto. La Soppressata Cafra è senza conservanti, l’unico conservante naturale è il sale.

La Preparazione

Approntati tutti gli ingredienti, tritate le carni ed effettuata la mescita, è fondamentale per la buona riuscita del prodotto far riposare l’impasto per almeno un giorno. Solo a questo punto si procede all’insacco. Affinchè gli antichi sapori siano tutelati, per l’insacco si impiegano solo Budella Naturali di suino. Il prodotto per via del budello naturale, viene legato a mano e punto pezzo per pezzo, così che non resti aria sotto al budello stesso. Una procedura molto delicata che favorisce una naturale stagionatura, verso sapori e gusti intensi. La lenta stagionatura, oltre due mesi, deve avvenire in ambienti a temperatura ed umidità ospitali al prodotto, tali da riprodurre gli ambienti delle cantine dell’appenino lucano.

Soppressata e sapori

La Stagionatura della Soppressata è un processo molto lungo ed intenso, durante il quale serve molta cura e monitoraggio del prodotto. Quotidianamente questo viene tastato per saggiarne la sua bontà, il suo processo di maturazione, i suoi odori e le sue caratteristiche muffe bianche. Durante queste fasi la Soppressata si assottiglia, spesso si schiaccia, assumendo la classica forma a “soppressa” che la contraddistingue da sempre. Finita la stagionatura il prodotto viene pulito ed sottoposto ai nostri controlli di qualità. Solo adesso è pronto per essere assaporato.

La Soppressata lucana Cafra al palato restituisce un delicato sapore di Prosciutto, allietato dal dolce contrasto del lardo in cubetti. Il prodotto è dolce, mai piccante. Le sue particolari carni e i suoi prelibati sapori stupiscono per delicatezza, amabilità, gusto leggero ma deciso.

Food and wine pairing

La Soppressata stagionata Cafra può arrichire, come una volta,le vostre occasioni; rendere speciali i vostri pranzi e le vostre cene, regalandovi taglieri di salumi di elevata qualità. Tradizione vuole che la degustazione della Soppressata si accompagni con fette dei suoi fratelli minori, la salsiccia e sopratutto il pregiato capocollo. Chicche da buon intenditori. La soppressata spesso viene degustata insieme ai formaggi. Speciale è l’abbinamento ad un buon Caciocavallo podolico. Un mix di sapori per veri buongustai, ulteriormente arricchito dai nostri vini di Basilicata. Un buon calice di vino di Grottino di Roccanova o di Aglianico del Vulture renderanno tutto perfetto.

Punti di forza

Prodotto naturale, senza conservanti, senza lattosio, senza glutine.

Il prodotto può essere consumato anche dagli intolleranti al glutine o al lattosio.

Tempi e modalità di conservazione

Il prodotto è confezionato sottovuoto. Deve essere conservato in ambiente fresco ed asciutto a temperature non superiori gli 8° C. Shelf life 200 gg. Una volta aperto consumare entro 24 h.

Aperitivo | Pranzo | Cena

210 - 240 g

Carne suina origine Italia, sale , macinato di peperone dolce, pepe nero in grani
Senza Glutine
Senza Lattosio
Senza Conservanti

Per 100 g di prodotto
Valore energetico 1307 Kcal 314 KJ
Proteine 28 g
Carboidrati 0,4 g
Grassi 22 g
di cui saturi 8,4 g
Sodio 2,8 g
Zuccheri 0 g

CONSERVARE IN LUOGO FRESCO E ASCIUTTO

200 giorni

Confezionamento sottovuoto